Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video e i pulsanti social.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ho perdonato errori quasi imperdonabili,

ho provato a sostituire persone insostituibili

e dimenticato persone indimenticabili.

Ho agito per impulso,

sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare,

ma anch'io ho deluso.

Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo;

mi sono fatto amici per l'eternità.

Ho riso quando non era necessario,

ho amato e sono stato riamato,

ma sono stato anche respinto.

Sono stato amato e non ho saputo ricambiare.

Ho gridato e saltato per tante gioie, tante.

Ho vissuto d'amore e fatto promesse di eternità,

ma mi sono bruciato il cuore tante volte!

Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto.

Ho telefonato solo per ascoltare una voce.

Io sono di nuovo innamorato di un sorriso.

Ho di nuovo creduto di morire di nostalgia e...

ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito per perdere)...

ma sono sopravvissuto!

E vivo ancora!

E la vita, non mi stanca...

E anche tu non dovrai stancartene.

Vivi!

È veramente buono battersi con persuasione,

abbracciare la vita e vivere con passione,

perdere con classe e vincere osando,

perché il mondo appartiene a chi osa!

La Vita è troppo bella per essere insignificante!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dimmi se questo è vero, amore mio,
dimmi se questo è tutto vero.
Quando questi occhi scagliano i loro lampi
le oscure nubi nel tuo petto
danno risposte tempestose.
È vero che le mie labbra son dolci
come il boccio del primo amore?
Che le memorie di mesi svaniti
di maggio indugiano nelle mie membra?
Che la terra, come un'arpa, vibra
di canzoni al tocco dei miei piedi?
È poi vero che gocce di rugiada
cadono dagli occhi della notte
al mio apparire e la luce del giorno
è felice quando avvolge il mio corpo?
È vero, è vero che il tuo amore viaggiò
per ere e mondi in cerca di me?
Che quando finalmente mi trovasti
il tuo secolare desiderio
trovò una pace perfetta
nel mio gentile parlare
nei miei occhi e nelle mie labbra
e nei miei capelli fluenti?
E dimmi infine se è proprio vero
che il mistero dell'infinito
è scritto sulla mia piccola fronte.
Dimmi, amor mio, se tutto questo è vero.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il modo tuo d'amare 
è lasciare che io t'ami.
 
Il sì con cui ti abbandoni
 
è il silenzio. I tuoi baci
 
sanno offrirmi le labbra
 
perché io le baci.
 
Mai parole, abbracci
 
mi diranno che sei esistita
 
che mi hai amato: mai.
 
Me lo dicono fogli bianchi,
 
mappe, telefoni, presagi;
 
tu, no.
 
E sto abbracciato a te
 
senza chiederti nulla, per timore
 
che non sia vero
 
che tu vivi e mi ami.
 
E sto abbracciato a te
 
senza guardare e senza toccarti.
 
Perché non debba mai scoprire
 
con domande o carezze
 
l'immensa solitudine
 
d'essere solo ad amarti.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Io desidero te, soltanto te -

il mio cuore lo ripeta senza fine.

Sono falsi e vuoti i desideri che continuamente mi distolgono da te.

 

Come la notte nell'oscurità

cela il desiderio della luce, 

così nella profondità della mia incoscienza risuona questo grido:

"io desidero te, soltanto te".

 

Come la tempesta cerca fine

nella pace, anche se lotta

contro la pace con tutta la sua furia,

così la mia ribellione

lotta contro il tuo amore eppure grida:

"Io desidero te, soltanto te".

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Senza di te tornavo, come ebbro,
non più capace d'esser solo, a sera
quando le stanche nuvole dileguano
nel buio incerto.
Mille volte son stato così solo
dacché son vivo, e mille uguali sere
m'hanno oscurato agli occhi l'erba, i monti
le campagne, le nuvole.
Solo nel giorno, e poi dentro il silenzio
della fatale sera. Ed ora, ebbro,
torno senza di te, e al mio fianco
c'è solo l'ombra.
E mi sarai lontano mille volte,
e poi, per sempre. Io non so frenare
quest'angoscia che monta dentro al seno;
essere solo.

Sottocategorie

Joomla templates by a4joomla