Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video e i pulsanti social.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Forse perché ho un bimbo piccolo che ha quattro anni e mezzo, ed è leggero e mingherlino… forse perché sono particolarmente sensibile all’argomento e anche nelle serie tv di fox crime, quando i crimini riguardano i bambini sono particolarmente angosciata… sta di fatto che questo libro, sin dall’inizio, sin dal triste e piovoso ritrovamento del cadavere di un bambino, mi ha lasciato una strana tristezza addosso… forse è così che dev’essere: un libro deve trasmettere emozioni, e in certi casi devono essere forti, pesanti come mattoni sul cuore! Solo in quel caso si può dire che il libro è stato scritto bene, no? Ecco: De Giovanni scrive bene, davvero ! Lo so, sto leggendo le stagioni del commissario Ricciardi non in ordine cronologico, ma ogni libro è una storia a sé, e l’autore è stato bravo a dare spiegazioni chiare sugli antefatti narrati negli altri libri. Per tutto il resto vale l’opinione che ho scritto dopo aver letto L’estate del Commissario Ricciardi, che è stato per me un’autentica rivelazione. 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

come avviene con i sequel dei film... anche se questo non è un sequel, ma tutta un'altra storia!   è stato bello, se non avesse avuto il più ingombrante paragone con il bellissimo "io uccido" forse avrebbe meritato anche la quarta stellina, ma ahimè non riesco a non paragonarlo...   e forse la quarta stellina non l'ha meritata anche per la troppa "fantasia" che circonda gli "occhi" protagonisti del libro... 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ero inizialmente un po' scettica nei confronti di un faletti scrittore, e per di più scrittore di gialli! ci si poteva aspettare uno di quei libretti pieni di gag e di battute come quelle dei tempi del drive in, proprio come fanno tanti altri comici che - operazione commerciale - scrivono libri con le loro battute per continuare a far ridere (e a guadagnarci, ovviamente) anche "fuori dalla tv"...   e invece il faletti scrittore di gialli è fantastico!  io uccido è stato bellissimo! avvincente dalla prima all'ultima pagina...  aspetto solo di dimenticarmi chi è l'assassino per rileggerlo.  

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dubito che dopo aver letto "dieci piccoli indiani" un altro libro della Christie possa eguagliarne ai miei occhi la geniale originalità, ma ciò non toglie che anche questo sia stato un bel giallo!  Vi ho anche trovato un paio di particolari "affini" a me, come l'attività di alcune dei protagonisti: stenodattilografe - e io adoro la stenografia! - o la piccola testimone oculare bloccata in casa con una  gamba rotta - io sono in ospedale per lo stesso motivo...  Lo stile di questo giallo è diverso dagli altri che ho letto finora: si alterna la narrazione in prima persona di uno dei protagonisti, al racconto in terza persona; pur risolvendosi tutta la vicenda in un comprensorio di villette a schiera, non si può certo considerare uno schema a camera chiusa, poirot poi, nella narrazione non vi entra che marginalmente, dal momento che le indagini sono condotte ufficialente dall'ispettore Hardcastle, affiancato dall'amico agente dei servizi segreti capitato lì per caso (ma nulla accade per caso...) Colin Lamb, che è poi colui che decide di lanciare la sfida a Poirot.  Il "cammeo" dell'investigatore belga è però un intervento - seppur al termine del giallo, giusto in tempo per risolverlo - una presenza di tutto rispetto, che conferma la sua fama, la sua intelligenza, la sua sagacia, la sua perspicacia e che in poche pagine aumenta il valore dell'opera... 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

si tratta della mia prima Miss Marple   ... forse avrei dovuto aspettare un po', magari leggere qualcos'altro, di altro genere, prima di conoscere Miss Marple, dopo aver trascorso tanto tempo in compagnia del caro Monsieur Poirot...   ... sta di fatto che ho trovato diverse analogie tra questo libro e "Il Natale di Poirot" letto qualche settimana fa: entrambi appunto ambientati nel periodo delle feste natalizie, in un ambiente chiuso (una famiglia costituita da diversi figli adulti, tutti diversi tra loro per stile di vita e carattere, che si riuniscono per le feste a casa del padre anziano) in entrambi l'assassino è un insospettabile (e non potrebbe essere altrimenti: si correrebbe il rischio di rivelarlo presto, durante lo svolgimento della trama, e si rovinerebbe il gusto della lettura... ma è meglio che non anticipi nulla!)   ... a parte ciò, data la differenza personale e caratteriale tra Miss Marple - arguta vecchietta che lavora a maglia e studia la natura umana e le persone che la circondano pur restando nel suo salotto a chiacchierare e bere thé con pasticcini e tartine, che riconduce i suoi casi a somiglianze e similitudini con vicende e persone che conosce personalmente, nel suo tranquillo paesino - e Monsieur Poirot - investigatore privato eccentrico, vanitoso ed un po' ipocondriaco, anch'egli attento studioso della psiche umana, ma in quanto uomo ed investigatore, più attivo e vivace nello studio dei casi che gli vengono proposti, direttamente in loco, date queste differenze, dicevo, ho trovato la lettura di questo libro un po' più lenta ed un po' meno scorrevole rispetto alle avventure di Poirot.   In conclusione, nonostante abbia trovato Miss Marple, meno brillante di Poirot, continuo ad avere una grande fiducia in Agatha Christie, che in questo periodo di forzata immobilità - causa gamba rotta - si è dimostrata una valida compagnia, ed ottima fonte di avventure da divano...  

Joomla templates by a4joomla