Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video e i pulsanti social.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un noir sentimentale. Magari non c’entra niente, ma io ci ho trovato qualcosa di Faletti (il Faletti degli “appunti di un venditore di donne”), qualcosa di Sangiorgi (“lo spacciatore di carne”), qualcosa di Simenon (ma non il Simenon di Maigret, quello de “la camera azzurra”, o de “il fidanzamento del signor Hire” per esempio) in questo lungo racconto (o breve romanzo) con le sue atmosfere un po’ misteriose, in cui la trama si nasconde e si svela a piccole dosi, la strada, gli incontri, quello sfiorarsi appena di vite che si incrociano e per il solo fatto di essersi incrociate, cambieranno i reciproci destini.
Forse non originalissimi i personaggi e la storia (comunque bella!), ma sicuramente ben narrate le vicende che in un paio di giorni portano il protagonista a compiere il suo destino.

Il passaggio dalla prima alla terza persona è di difficile gestione e fa perdere alla trama un po’ di scorrevolezza, ma le fa guadagnare tridimensionalità, concedendo diversi punti di vista al lettore.

Anche il passaggio dal presente al passato (intesi come tempi verbali) è di difficile gestione, ma una volta limato e smussato, può arrivare anche alla quinta stellina.

Joomla templates by a4joomla