Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video e i pulsanti social.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le bestie sanno il tempo in tempo, quando serve saperlo. Pensarci prima è rovina di uomini e non prepara alla prontezza.   ritmo lento, cadenzato dall'uso di una punteggiatura che costringe alle pause: scarseggiano le virgole, i punti e virgola, i due punti. le frasi si fermano con un punto, poi ricominciano, si interrompono al primo o secondo complemento, un altro punto. ulteriori spiegazioni verranno poi, in nuove frasi, in successivi periodi brevi.  ad una lettura superficiale sembrerebbero scarne, semplici, poco descrittive: soggetto, predicato, un complemento, fine! e invece una dopo l'altra aggiungono ritmo al racconto, descrizioni nitide come immagini di un sogno, e donano musicalità alle parole, lenta e dolce come il respiro, come il cuore che batte calmo durante la lettura.  uno stile assolutamente originale, quasi poetico: se solo ad ogni frase si andasse a capo, sembrerebbe di leggere questo racconto in una poesia lunga sessanta pagine.  verso la fine il ritmo incalza, il cuore accelera, mentre il destino dei protagonisti si definisce secondo le leggi della natura.   la storia di per sé è quasi in secondo piano rispetto al modo in cui è narrata: la contrapposizione/simbiosi tra l'uomo e la natura.  un cacciatore ed un camoscio le cui vite si sono già incrociate anni avanti. entrambi per motivi diversi sono stati nominati "il re dei camosci", entrambi solitari, eppure entrambi in compagnia di ciò che definirà il destino l'uno dell'altro: il fucile del cacciatore e la farfalla bianca sul corno sinistro del camoscio.  in simbiosi sono vissuti anno dopo anno per più di vent'anni, l'uno per l'altro. in simbiosi la natura pretende le loro vite.   "La più aspettata vittoria era gemella uguale di una sconfitta mai conosciuta prima." 

Joomla templates by a4joomla