Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione del sito accetti il loro utilizzo. Leggi nell'informativa privacy come disattivarli. La disattivazione comporta il blocco di funzionalità del sito, come i video e i pulsanti social.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Alessandra & Dintorni     Alessandra ha raggiunto i quaranta, ormai, alternando la maturità che l'età ed il fisico (ah, gli acciacchi...) le impongono, ad un'ingenuità totalmente infantile... di sé dice "sono insicura, impulsiva, lunatica, incostante, volubile e meteoropatica, puntigliosa, orgogliosa e testarda, egocentrica ed accentratrice, permalosa e suscettibile, ahimè ingenua, troppo timida e poco furba, un'inguaribile romantica, tendenzialmente asociale, non so uniformarmi agli altri" ma a quest’elenco si potrebbero aggiungere anche altri aggettivi, ad esempio è gelosa, golosa, curiosa, protettiva e materna come una chioccia, sognatrice come un'adolescente alla prima cotta, un po' "Amelie"(Il favoloso mondo di Amelie), un po' "Ripley" (Alien), molto Rossella O'Hara (Via col vento), con un pizzico di Josephine March (Piccole donne) e di Elizabeth Bennet(Orgoglio e Pregiudizio)... 

 

     Della cifra tonda raggiunta, non si cruccia, e citando un anonimo dice "La mia età è un qualcosa fra il troppo tardi per ricominciare e il troppo presto per arrendersi".

A quarant'anni finalmente può permettersi di guardarsi allo specchio e piacersi, nonostante i difetti, o forse anche grazie a quelli. A quarant'anni si sente libera di pensare, di dire, di scrivere, di agire, di essere sé stessa. A quarant'anni si rimette in gioco, ogni giorno, per amore, per passione, per curiosità, per sete e fame di conoscere, come non aveva mai fatto prima.

 

     A volte casta, altre volte sensualmente erotica, spesso sospesa tra tutte le Alessandra che vorrebbe essere e l’unica Alessandra della quale vive la vita … di sé dice ancora: “sono quella che non immagineresti mai: la ragazza della porta accanto, la donna seria e riservata, quella timida la cui anima nasconde un lato dolce ed un lato piccante … sono in ogni amica, fidanzata, amante, moglie, madre, figlia, sorella, in ogni donna che incontri, scontri o pensi di conoscere bene … sono nei sogni segreti, nelle fantasie inconfessabili, nelle emozioni di cui ogni donna almeno una volta nella vita si è vergognata … nelle sensazioni, nei ricordi, nei rimorsi, nei rimpianti, che tutte noi abbiamo provato dietro ad un batticuore, con le farfalle nello stomaco e gli occhi lucidi … io credo nell’amore, nella passione, nella femminilità, nella sensualità”esprimendo se stessa in molteplici sfaccettature, ed angolazioni che ben poche persone al mondo possono dire di “conoscere”.

Joomla templates by a4joomla